Privacy Policy Cookie Policy

Laserlipolisi

Il Laser è utilizzato da tempo in ambito medico ed estetico. 

Esistono e vengono utilizzati diversi tipi di laser che consentono di spaziare dalla rimozione di tatuaggi, alla depilazione, al ringiovanimento cutaneo e a molto altro ancora.

Si tratta quindi di individuare il laser più adatto per la situazione da trattare.

 

La Laserlipolisi (Laserlipo, Lipolaser o Liposcultura laser assistita) è una recente tecnica mini-invasiva che, grazie all’utilizzo di una sonda laser, è in grado di distruggere il grasso e stimolare la sintesi di nuovo collagene, con effetto tonificante sui tessuti trattati, conferendo un effetto lifting.

La Laserlipolisi, rispetto alla liposuzione tradizionale, è una tecnica molto precisa e meno invasiva, tanto da poter essere utilizzata anche sul viso (liposcultura del volto).

Si esegue in anestesia locale grazie all’utilizzo di cannule estremamente sottili e con tempi di recupero più brevi.

Questa tecnica non è adatta per trattare persone sovrappeso o per aspirare grossi quantitativi di grasso, serve a rimodellare piccole aree localizzate di grasso resistente a diete e allenamenti. 

Si possono trattare aree ritenute particolarmente difficili come: doppio mento e collo, mandibola e viso, interno coscia, caviglie, braccia, petto maschile.

Un risultato ancora migliore può essere ottenuto con l’uso di tecniche non invasive (radiofrequenze, cavitazioni, ecc.) nel post intervento.

Laserlipolisi: il trattamento

 

Il trattamento si esegue in anestesia locale praticando una piccola incisione che sarà anche il punto attraverso il quale il laser verrà inserito (all’interno di una cannula molto sottile). 

Il trattamento dura da una a due ore, a seconda del numero di aree che si devono trattare e delle dimensioni dell’area trattata.

Dopo la procedura si possono avere gonfiori e lividi con dolenzie diffuse per un paio di giorni. Il gonfiore tende a diminuire in un paio di settimane e i lividi possono durare per una ventina di giorni.

 

Si consiglia di indossare una guaina compressiva per aiutare il drenaggio linfatico e accelerare il processo di guarigione.

 

Un valido aiuto per ridurre i tempi di recupero verrà dal massaggio linfodrenante.

La maggior parte delle persone può riprendere le normali attività dopo un paio di giorni.

 

Richiedi un consulto con il Dr. Bezzi